Simboli Induisti: Guida Completa sulla Simbologia Induista

Simboli Induisti: L’Induismo è pieno di simboli, anzi è tra i credi religiosi con più simboli nel mondo. La maggior parte dei simboli rappresentano la filosofia, gli insegnamenti e le divinità. Molti simboli induisti vengono utilizzati anche nella simbologia buddista.

Possiamo aggiungere una curiosità prima di procedere ad analizzare la simbologia induista, i gesti delle mani e il posizionamento del corpo vengono chiamati “mudra” mentre i disegni e le icone vengono chiamati “murti”. Per scoprire i significati dei gesti, i fondo all’articolo ti consigliamo la lettura consigliata per approfondire…

SIMBOLI INDUISTI: I PRINCIPALI

OM – AUM

 

E’ il suono utilizzato nella meditazione ed è il primo simbolo Induista. Nell’induismo, la parola “Om” è la prima sillaba in ogni preghiera. Più specificamente, Om è usato per simboleggiare l’universo e la realtà ultima. Alcuni dicono che questo simbolo rappresenta i tre aspetti di Dio: il Brahma (A), il Vishny (U) e lo Shiva (M).

Potresti approfondire l’articolo dedicato sul simbolo om.

LA SVASTIKA

La svastica Sebbene questo simbolo abbia una connotazione negativa in alcune parti del mondo a causa della Germania nazista, la svastica è in realtà un segno di prosperità e fortuna. Questa variazione della croce è stata presente nell’antico induismo ed è usata per rappresentare l’onestà, la verità, la purezza e la stabilità. I suoi quattro angoli o punti simboleggiano anche le quattro direzioni o Veda.

Potresti approfondire con significato croce e svastika nel mondo.

RUDRAKSHA

Il Rudraksha è un albero che si trova nel sud-est asiatico, in Nepal, nell’Himalaya e persino in Nuova Guinea e in Australia. Si dice che i suoi semi blu simboleggiano le lacrime di Shiva, il Distruttore. La leggenda narra che quando Shiva ha visto come la sua gente ha sofferto, ha versato una lacrima dal suo occhio, che è cresciuto nell’albero Rudraksha. Il nome Rudrashka deriva in realtà da “Rudra” (un altro nome per Shiva) e “Aksha”, che significa occhi. I semi di questo albero sono anche usati per fare rosari o rosari.

LO SRI YANTRA

Chiamato anche Shri Chakra, questo simbolo è caratterizzato da nove triangoli interdipendenti che si irradiano da un punto centrale. Dei nove, i quattro triangoli verticali rappresentano il lato maschile o Shiva; mentre i cinque triangoli invertiti rappresentano il femminile, o la Shakti (Madre Divina). Nel suo complesso, lo Sri Yantra è usato per simboleggiare il legame o l’unità della divinità maschile e femminile. Può anche significare l’unità e il legame di ogni cosa nel cosmo.

IL TILAKA

Questo simbolo è spesso posto sulla fronte di un devoto dell’Induismo. Il Tilaka è diverso dal bindi indossato dalle donne indù, però. Il tilaka si presenta in molte forme diverse, a seconda dell’abitudine o della relazione religiosa. La devozione a Vishnu è indicata da un tilaka a forma di U, mentre le linee orizzontali simboleggiano la devozione a Shiva.

IL LOTO / FIORE

Questa pianta è rappresentativa della creazione ed è usata per simboleggiare Vishnu, Brahma e Lakshmi. Il loto lo ritroviamo anche nella simbologia Tibetana, clicca per scoprirla. Oppure ti consigliamo di approfondire significati tatuaggi buddisti.

Abbiamo scritto un articolo dedicato al fiore di loto, clicca per leggerlo.

SHIVA LINGAM

Nell’induismo, diverse divinità rappresentano le forze naturali fuoco (Agni), vento (Vayu), sole (Surya) e terra (Prithvi). Ci sono diverse icone utilizzate per simboleggiare queste divinità. Lo Shiva Lingam, che è usato per rappresentare Shiva, è una colonna allungata che assomiglia molto ad un pene eretto.

LA VEENA

La Veena è uno strumento a corda indiano che rappresenta arte e apprendimento. Viene anche usato per la dea Saraswati e il saggio Narada.

BINDI

Uno degli oggetti più noti nell’induismo è il bindi, un punto (spesso il colore rosso) indossato sulla fronte delle donne. È una forma del tilak, un marchio simbolico indossato da molti uomini e donne indù, ma che ha un significato meno religioso di altri tilak. Tradizionalmente, il bindi è indossato sulla fronte delle donne indù sposate. Simboleggia l’energia femminile e si crede che protegga le donne ei loro mariti da cose cattive. I bindi sono tradizionalmente un marchio semplice fatto con la pasta di sandalo colorato, sindoor o curcuma. Il bindi è più comunemente un punto rosso realizzato con vermiglio.

BRAHMAN

Si può dire che Brahman Stesso (lui / lei) costituisce il materiale da costruzione essenziale di tutta la realtà, essendo la sostanza da cui tutte le cose procedono. Brahman, come inteso dalle scritture dell’Induismo, così come dagli “acharya” della scuola Vedanta, è una concezione molto specifica dell’assoluto. Questa concezione unica non è stata replicata da nessun’altra religione sulla terra fino ad oggi ed è esclusiva dell’induismo.

ALTARE DI FUOCO

altare di fuoco L’altare di fuoco è considerato un simbolo distinto degli antichi riti vedici. È attraverso l’elemento fuoco, che denota la coscienza divina, che gli indù fanno offerte agli Dei. I sacramenti indù sono solennizzati davanti al fuoco.

DHVAJA

Dhvaja, o ‘bandiera’, è la bandiera arancione o rossa che vola sopra i templi, alle feste e nelle processioni. È un simbolo di vittoria, un segnale a tutto ciò che “Sanatana Dharma prevarrà”. Il suo colore indica il bagliore vivificante del sole.

DHVAJA

Dhvaja, o ‘bandiera’, è la bandiera arancione o rossa che vola sopra i templi, alle feste e nelle processioni. È un simbolo di vittoria, un segnale a tutto ciò che “Sanatana Dharma prevarrà”. Il suo colore indica il bagliore vivificante del sole.

BANYAN TREEVATA

Il banyan albero, simboleggia l’induismo, che si dirama in tutte le direzioni, attinge da molte radici, diffonde ombra in lungo e in largo, ma deriva da un grande tronco. Siva as Silent Sage si siede sotto di esso.
ganeshaGanesha è il Signore degli ostacoli e il righello del Dharma. Seduto sul suo trono, guida i nostri karma creando e rimuovendo gli ostacoli dal nostro cammino. Cerchiamo il Suo permesso e le sue benedizioni in ogni impresa.

TREEVATA BANYAN

il banyan tree, simboleggia l’induismo, che si dirama in tutte le direzioni, attinge da molte radici, diffonde ombra in lungo e in largo, ma deriva da un grande tronco. Siva as Silent Sage si siede sotto di esso.

GANESHA

Ganesha è il Signore degli ostacoli e il righello del Dharma. Seduto sul suo trono, guida i nostri karma creando e rimuovendo gli ostacoli dal nostro cammino. Cerchiamo il Suo permesso e le sue benedizioni in ogni impresa. Ganesha è la divinità col viso di elefante.

SAMSARA

Il samsara rappresenta una ruota / timone. Quindi il ciclo vita morte e rinascita. Ovvero al reincarnazione. Potrebbe interessarti approfondire simbolo samsara.

PER APPROFONDIRE SIMBOLI INDUISTI:

Ti consigliamo la lettura del libro “Simbologia Induista“, se clicchi sul link lo puoi subito vedere.

Lo consigliamo perchè è un libro che apre le porte ad altri simboli non citati nell’articolo, da collezionare per veri appassionati della cultura indo / asiatica, oppure come originale idea regalo per altri appassionati.

Inoltre troverai anche i significati dei mandala e il gioco per farti scegliere indirettamente dal mandala stesso collegato a te.

Ti consigliamo di approfondire: Tatuaggi buddisti.

Ti consigliamo di approfondire: Sak Yant Tatuaggi buddisti.