Simboli portafortuna nei vari popoli del Mondo. Guida Completa

Simboli portafortuna: ecco tutti i simboli nei vari popoli.

Saranno suddivisi in:

  • EUROPA
  • ASIA
  • INDIA
  • POLINESIA
  • AMERICA

Tempo di lettura stimato 5 minuti.

Buona lettura…

simboli portafortuna

EUROPA – Simboli portafortuna

Ferro di cavallo

Il ferro di cavallo è universalmente conosciuto come simbolo fortunato. Secondo le leggende si appendeva fuori dalla porta per evitare la sfortuna, o come si legge nel libro “Tatuaggi Old School“, cè una leggenda che narra del diavolo che voleva ferrare il cavallo, ma che un sacerdote riuscì a fermalo. Per scoprire di più sul ferro di cavallo clicca qui.

Quadrifoglio

I quadrifoglio è un erba che nasce con quattro petali. La sua rarità gli conferisce la fortuna. Un’ altro simbolo simbolo è il trifoglio, che però rappresenta la gang americana: La fratellanza ariana, come scritto nel libro “Tatuaggio criminale“. Il trifoglio è un simbolo di origine celtica, ti invitiamo a leggere tatuaggio celtico e tatuaggio quadrifoglio.

Le rune

Come troviamo scritto nel libro “Rune sussurri glaciali“: “Le rune venivano anche utilizzate come simboli protettivi o per augurare buona fortuna, soprattutto presso i popoli vichinghi, che le incidevano su armi, scudi, asce, spade, cibi e talismani magici. Usavano proteggersi con le rune i famigerati Berserkers, guerrieri forti e feroci, devoti al dio Odino, che vestivano pelli di lupi e orsi mentre imitavano i loro versi prima di scagliarsi nella mischia in battaglia. La principale runa che veniva incisa era la OS, capace di rendere invincibile il portatore. Secondo alcune leggende norrene, grazie al potere delle rune, questi temibili guerrieri erano in grado di trasformarsi nell’animale di cui imitavano i versi. Cosi facendo mentre incutevano timore nei nemici, assorbivano la forza dell’animale che poi liberavano con furore durante la battaglia, in una specie di trance che li rendeva insensibili al dolore. Etc…”

Approfondisci tatuaggi rune o tatuaggi vichinghi.

La ciliegia

La ciliegia, secondo alcune credenze e leggende europee porterebbe buona fortuna. Approfondisci ciliegia.

Il vegvisir

Il vegvisir sarebbe un talismano magico, una bussola vichinga che serviva per trovare la rotta in mare. Quindi serviva per portare buona fortuna. Approfondisci vegvisir.

ASIA – Simboli portafortuna

Il serpente

Il serpente in Asia è considerato un animale porta fortuna. Vederlo, vivo, porterebbe fortuna all’ osservatore. Al contrario dell’occidente, che invece, considera il serpente un animale malvagio, tentatore, condannato cosi, dai sacri testi Cristiani. Potrebbe interessarti approfondire tatuaggio serpente.

Le 5 linee di protezione yantra

Le cinque linee di protezione yantra servono per proteggere da attacchi spirituali e servono per portare fortuna. Ti consigliamo la lettura dei tatuaggi sak yant per approfondire.

La preziosa regina buddista

Citiamo alcune parole del libro “Buddisti Tibetani“:  “La preziosa regina  è la più bella fra le donne mortali. Meravigliosa e irreprensibile è paragonata a Lakshmi la dea indiana di buona fortuna. Il suo corpo ha il profumo naturale della canfora e del sandalo, e il suo respiro porta il profumo del loto notturno. Possiede i trentadue marchi di buon auspicio della divina bellezza femminile, ed è giovane e vigorosa come una sedicenne. Etcc”. Quindi la sacra regina Buddista è una dea portatrice di fortuna. Approfondisci tatuaggi buddisti.

AMERICA – Simboli portafortuna

Teschio messicano

Il teschio messicano serve alle popolazioni dell’ America centrale per esorcizzare al paura della morte. Ciò che avverrà di noi dopo la morte non ci è dato saperlo, quindi ogni religione ne approfitta e cerca di offrire spiegazioni. Ma ciò che importa a noi è che il teschio messicano serve per augurare una “buone sorte” verso la morte. Approfondisci tatuaggio teschio messicano.

Nativi Americani

Tra i nativi americani troviamo l’uccello colibrì, portatore di fortuna. Ma qui vorremmo prenderci qualche secondo in più, leggendo alcune parole del libro sui “simboli nativi” perchè tra i venti comandamenti degli indiani d’America troviamo: “Condividi la tua fortuna condividendola con gli altri”. Un prezioso insegnamento. Approfondisci tatuaggi indiani.

POLINESIA – Simboli portafortuna

Per i Maori

Per il popolo Maori troviamo la lucertola come simbolo portafortuna ma anche gli occhi del tiki. Gli occhi del tiki, come si legge nel libro “Maori segni distintivi“, rappresentano gli occhi degli antenati quindi sono dei porta fortuna. A tal proposito, in quel libro ci sono le vere indicazioni dei tatuaggi maori e non quelle commerciali create apposte dai tatuatori moderni. Per maggiori info sui tatuaggi maori clicca qui.

INDIA – Simboli portafortuna

La swastika per gli Induisti

Per gli Induisti citiamo alcune parole del libro “simbologia Induista“: “È prassi comune associare questo simbolo alle vicende storiche del secolo scorso e alle atrocità legate al nazismo che si fregiava di questo simbolo, ma che dimentichiamo che è un emblema ampiamente usato dalla notte dei tempi nelle filosofie orientali, in particolare induismo, buddismo e giainismo. Il termine deriva dal sanscrito “svastika” e possiede due significati, “Sv” significa “buono” e “Asti” significa “essere. La parola sostanzialmente si traduce in “essere buono” o “essere con un sé superiore”.  Al contrario del senso attribuitogli dall’occidente, la svastica rappresenta la pace, l’onestà, la verità, la stabilità e la purezza dell’anima Questo simbolo viene utilizzato principalmente come rappresentazione di buona fortuna e altre volte viene anche usato per rappresentare il sole. Etc..” 

Tatuaggi mehndi

I tatuaggi mehndi sono i tatuaggi sulle mani, di solito non incisi ma fatti con l’ennè. Servirebbero per postare buon auspicio durante le cerimonie matrimoniali. Approfondisci tatuaggi mehndi.