Simboli Egizi e Significati. Guida Completa Simbologia Egizia

LA SIMBOLOGIA DELL’ ANTICO EGITTO

Simboli egizi: Significato simboli e consigli approfondimenti.

In questa guida troverai:

  • INTRO
  • SIMBOLI EGIZI
  • APPROFONDIMENTI

Tempo di lettura stimato: 5 minuti.

Buona lettura..

INTRO

La cultura Egizia ha una storia lunga migliaia di anni. Il suo popolo, i suoi faraoni e le sue costruzioni enormi arrivate perfettamente intatte fino ad oggi, hanno regalato al mondo moderno un infinità di simboli dal fascino millenario.

In questa guida affronteremo tutti i simboli egizi con i loro significati. Se stai pensando di farti un tatuaggio egizio, con questo articolo troverai tutto quello che ti serve per conoscere a fondo la simbologia egiziana.

simboli egizi tatuaggi significato

SIMBOLI EGIZI

Non perdiamo tempo e procediamo subito…

Eccoli in fila, tutti i principali simboli egizi:

TYET

Simboli egizi

Simile ad un Ankh con le braccia piegate, il Tyet, o noto anche col nome di Girdle of Isis, si trova principalmente nei disegni funerali funerari egiziani. Molto probabilmente rappresenta il flusso del sangue mestruale dal grembo della Dea e le sue proprietà magiche. Le vesti degli dei egizi sono spesso raffigurate con queste cinture in questa configurazione.

Il potere del Tyet è descritto in un incantesimo nel Papiro di Ani: Il sangue di Iside, gli incantesimi di Iside, le parole magiche di Iside manterranno questo grande (o splendente) uno forte, e lo proteggerà da chiunque lo danneggi“.

Il nodo ricorda un antico fascio per crampi mestruali, dove includeva l’inserimento di un panno annodato per diminuire il sanguinamento. Il tyet è anche conosciuto come la fibbia di Iside.

Il tyet è uno dei più famosi simboli egizi.

LA PIUMA DI STRUZZO

La piuma di struzzo è l’emblema della dea egizia che incarna la giustizia, la dea Ma’at.

Gli egiziani credevano che al momento della morte, la piuma fosse pesata contro il cuore del defunto. Un cuore reso pesante dal peccato, superava la piuma veniva divorato dal mostro Ammit, ma un cuore leggero significava che l’individuo era libero dal peccato e aveva il diritto di unirsi a Osiride negli inferi.

ANKH

TATUAGGI ANKH

L’ankh è l’ antico simbolo egizio che rappresenta la vita.  Conosciuto anche come croce Ansata, è una rappresentazione visiva di un cinturino di sandalo.

Le barre orizzontali e verticali della croce tau inferiore rappresentano rispettivamente l’energia femminile e maschile. Questa combinazione di simboli maschili e femminili (la croce e il cerchio) nell’ ankh suggerisce fertilità e potere creativo. Il loop superiore simboleggia anche il sole all’orizzonte e suggerisce reincarnazione e rinascita.

L’ ankh appare frequentemente negli scritti egiziani sulla rinascita, e questo simbolismo fu adottato dai cristiani copti, in particolare dalle sette gnostiche, per simboleggiare la risurrezione di Cristo e il matrimonio celeste. L’ankh era una precedente forma di croce rispetto alla più conosciuta croce “latina”.

Forse è tra i più famosi simboli egizi.

IL TRONO DI ISIS

Questo disegno rappresenta il copricapo e il trono della dea egizia Iside.

Il nome Iside è il derivato greco del nome egiziano Aset, che significa trono o sede dell’autorità.

Per gli antichi egizi, Iside era l’incarnazione della terra, e il diritto divino di governare era dalla sua autorità. Osiride rinato è spesso raffigurato come un bambino sulle ginocchia di Iside, dove è la personificazione letterale di un trono – un tema portato avanti nell’arte cristiana secoli dopo la morte della religione egiziana.

OCCHIO DI HORUS

tatuaggi egizi occhio

Progettato per assomigliare all’occhio di un falco, questo simbolo è chiamato occhio di Ra o occhio di Hurus e   rappresenta l’occhio destro del dio falco egiziano Horus. Rappresentava il sole ed era associato al Dio Sole Ra (Re).

L’immagine speculare, o l’occhio sinistro, rappresentava la luna, e il Dio Tehuti (Thoth).

Secondo la leggenda, l’occhio sinistro fu strappato da Horus dal suo omicida zio Seth, e magicamente restaurato da Thoth, il Dio della magia. Dopo il restauro, alcune storie affermano, Horus ha fatto un regalo agli occhi di Osiride, che ha permesso a questa divinità solare di governare gli inferi. La storia di questa ferita è probabilmente un’allusione alle fasi lunari come l’occhio che viene “strappato” ogni mese.

Insieme, gli occhi rappresentano l’intero universo, un concetto simile a quello del simbolo taoista Yin-yang. Spiritualmente, l’occhio destro riflette l’energia solare, maschile, così come la ragione e la matematica. L’occhio sinistro riflette l’energia fluida, femminile, lunare e le regole dell’intuizione e della magia. Insieme, rappresentano il potere combinato e trascendente di Horus.

Si credeva che l’occhio di Horus avesse potere curativo e protettivo, ed era usato come amuleto protettivo e come un dispositivo di misurazione medico, usando le proporzioni matematiche dell’occhio per determinare le proporzioni degli ingredienti nelle preparazioni mediche) per preparare i farmaci. L’occhio del tutto massonico, il simbolo dell’occhio della Provvidenza trovato sul denaro americano, e il nostro moderno simbolo farmaceutico Rx discendono tutti dall’Occhio di Horus.

Tra i simboli egizi è tra i piu tatuati.

IL LOTO DEL NILO

tatuaggi egizi fori di loto

Il fiore di loto è considerato sacro nelle religioni indù, buddista e egiziana.

Il loto è spesso raffigurato nell’arte egiziana è in realtà una varietà di ninfea che sorge dalle acque fangose ​​per sbocciare, facendone un simbolo di purezza e resurrezione.

Il loto egiziano è leggermente narcotico con varietà blu e bianche che sono state utilizzate in preparazioni medicinali.

In matematica, il geroglifico del loto simboleggiava il numero mille. Nella mitologia egizia, il loto era associato al sole, perché fioriva di giorno e chiuso di notte. Si credeva persino che il loto avesse dato alla luce il sole. Le figure di loto in un certo numero di storie di creazione egiziane. È particolarmente associato al dio risorto Osiride.

IL DISCO SOLARE

tatuaggio disco solar egizio

Il disco solare venerato dagli egiziani: aten.

L’ Aton era originariamente il trasporto di Atum, il dio del sole, ma in seguito si è evoluto in una divinità a sé.

La religione monoteistica di Aten sostituì brevemente le pratiche originali egiziane sotto Amenhotep IV, che si definì Akhenaton (“Figlio di Aton”) e chiese ai suoi sudditi di adorare l’Aton. La nuova religione era terribilmente impopolare e fu abolita da suo figlio Tutankhaten (Tutankhamen) diventando solo storia.

DJET

tatuaggi egiziani

Il Djed è un antico simbolo egizio di stabilità.

Assomiglia a un breve pilastro con quattro piattaforme orizzontali sovrapposte in cima. È una rappresentazione simbolica dell’Albero che ha sepolto il dio Osiride alla sua morte per mano di suo fratello Seth.

Il Djed si schierò anche per il fallo del dio e rappresentò l’asse cosmico, o Albero della Vita. Il Djed può anche essere visto come un simbolo del midollo spinale umano. Quindi viene riproposto nelle varie sfumature della vita.

IL DISCO ALATO

tatuaggio egizio disco alato

L’emblema del disco alato si trova in molte antiche culture in tutto il mondo. Il disco solare alato è uno dei più antichi simboli religiosi sulla terra ed è invariabilmente un simbolo solare.

La figura egiziana raffigurata sopra si chiama Behedti, con le ali di Horus, e rappresenta l’onnipotenza del sole Dio Re e la divinità del faraone.

IL COBRA

tatuaggio cobra egiziano

L’Ureo è l’emblema del serpente che si trova nei ritratti egiziani della regalità e della divinità.

È un simbolo dell’autorità divina, che rappresenta la Dea Wedjat come l’occhio che vede tutto di Ra, che si credeva proteggesse i Faraoni sputando fuoco e l’emblema del Basso Regno d’Egitto.

Secondo la leggenda, il Cobra fu dato ai faraoni come segno di regalità da parte del dio Geb.

L’ INFINITO

tatuaggio infinito egiziano

Il simbolo matematico per l’infinito è noto come lemniscate.

Fu ideato nel 1655 dal matematico John Wallis e intitolato lemniscus, ribbon, di Bernoulli circa quarant’anni dopo.

Il simbolo è modellato dopo il dispositivo noto come una striscia mobius (dal nome di un matematico del diciannovesimo secolo). Una striscia mobius è una striscia di carta che è attorcigliata e attaccata alle estremità, formando una superficie bidimensionale.

Chi lo sapeva che l infinito è tra i principali simboli egizi?

 LA DEA NUT

tatuaggio dea nut

Nut è la dea egiziana del cielo, che rappresenta la pienezza del cosmo.

Di solito è raffigurata nuda, un corpo fatto di stelle, inarcando il mondo. Nella mitologia egizia, Nut ingoiava il sole ogni sera e lo faceva nascere ogni mattina. Era la madre delle divinità Osiride, Iside, Seth e Nefti.

Il suo nome è la radice della parola “notte” in un certo numero di lingue. Nella fede Thelemica, Nut is Nuit, personificazione dello spazio infinito, la dea che si rivelò ad Aleister Crowley nel 1904.

IL VOLATILE BA

tatuaggi egizi uccello

Nella tradizione egiziana, il Ba è la parte dell’anima umana che rimane con il corpo del defunto. Nell’arte egiziana, il Ba è spesso raffigurato come una figura alata, il Ba-uccello, emblema dell’ascensione dell’anima dopo la morte.

I volatili sono tra i principali simboli egizi.

IL SISTRO

Un sistro è uno strumento rituale delle donne egiziane antiche, simile a un tamburello con manico.

Il tipico sistro ha la forma di un ankh, costituito da un manico sormontato da un’ansa di metallo o di legno contenente fili infilati con lastre di metallo che tintinnano quando vengono scosse.

Il sistro era usato principalmente nel culto delle Dee Iside, Hathor e Bast. Secondo lo storico Plutarco, il rumore del sistro era efficace per tenere a bada Tifone, il dio del caos, attraverso il suo movimento costante. Il sistro è ancora usato oggi dai praticanti della fede kemetica (ricostruita egizia).

IL CHNOUBIS

Il Chnoubis è un’icona solare egiziana, che si trova più spesso su gemme o amuleti per la protezione contro il veleno e le malattie.

È una figura con la testa di un leone e il corpo di un serpente, di solito con sette raggi che emanano dalla testa, a volte, con i dodici segni zodiacali. Le immagini di Chnoubis si trovano più spesso incise su gemme , piccoli talismani in pietra semi preziosa, che risalgono al primo secolo in poi.

ABRAXAS IL SOLE

tattoo egizi

Abraxas (Abrasax)  Abraxas, noto anche come Abrasax, è una divinità solare gnostica associata agli antichi con Yahweh, Mitra e il celtico Belenus, così come Yeshu (Gesù).

Gli amuleti e le foche che portavano la figura di Abraxas erano comuni nel secondo secolo e furono usati solo di recente come tredicesimo secolo nei sigilli dei Cavalieri Templari. Nel medioevo Abraxas fu relegato nelle file dei demoni.

L’immagine più associata ad Abraxas è quella di una creatura composita con la testa di un gallo, il corpo di un uomo e le gambe fatte di serpenti o scorpioni. Porta una frusta e uno scudo, chiamati rispettivamente potere e saggezza. Ogni tanto Abraxas è raffigurato mentre guida un carro trainato da quattro cavalli, che rappresentano i quattro elementi.

IL COPRI CAPO EGIZIO HATHOR

tattoo egiziani

Un geroglifico egiziano che rappresenta il copricapo di Hathor, una dea multiforme dell’amore, della bellezza e della fertilità. Il copricapo consiste in un disco solare circondato da corna, l’emblema dell’aspetto della dea vacca di Hathor.

Hathor è equivalente alla Venere romana e all’Afrodite greca. È associata alla Via Lattea e le anime delle donne egiziane giudicate degne sono state identificate con lei. Come per l’emblema di Venere, il segno di Hathor veniva spesso rappresentato o modellato in uno specchio.

GLI EMBLEMI DI OSIRIDE

tatuaggi egiziani osiride

Il Crook e il Flail sono gli emblemi del dio egizio Osiride. Erano i simboli dell’autorità divina trasportata dai faraoni egiziani nelle cerimonie di stato.

Il truffatore e il flagello sono gli strumenti di Shepherd – uno degli epiteti di Osiride era “Buon pastore”.

Come simboli della regalità, erano modellati in scettri elaborati usati nelle incoronazioni dei faraoni. Il truffatore e il flail originariamente appartenevano a una divinità agricola minore, Anedijti, e furono in seguito adottati dai seguaci di Osiride.

Emblemi originali di raccolti e bestiame, in seguito divennero simboli di purificazione e guida divina.

CONSIGLI APPROFONDIMENTI

Per scrivere questo articolo abbiamo riassunto alcune parti del libro: “Egizi Simboli Divini“.

se clicchi sul link lo puoi vedere subito.

Consigliamo questo libro perchè avrai una panoramica completa sui simboli egizi.

Grazie a pochi euro di formazione un piccolo libro da conservare o regalare.

Alla fine con circa dieci euro ti arriva pure a casa.

Se vuoi conoscere altri simboli valuta l’ordine.

Se stai cercando un’idea per il tuo prossimo tatuaggio o vuoi semplicemente scoprire altri simboli valuta l’acquisto.

Pperfetto per chi volesse conoscere nuovi simboli poco conosciuti.

———————————————————————————————–

Potrebbe interessarti approfondire la nostra categoria: tatuaggi celtici, maori, tribali.

Se ti è piaciuta questa guida condividila 🙂 Premieresti il nostro sforzo! Grazie!