Croce Tattoo: Analogie e Significati nel Mondo e nei Popoli

Croce Tattoo: storia del simbolo arcaico più usato nel mondo.

In questa guida troverai:

  • INTRO
  • CROCE CRISTIANA
  • CROCE EGIZIA
  • CROCE SVASTIKA
  • CROCE CELTICA
  • CROCE SAN GIORGIO
  • CROCE TATTOO

Tempo di lettura stimato: 5 minuti. Buona lettura..

CROCE TATTOO

INTRO

Siamo abituati a conoscere la croce come simbolo cristiano.

Siamo, intendo tutto il Mondo, e non solo noi occidentali parlanti italico.

La croce, è stata acquisita come simbolo principe fin da due mila anni fa, dalla religione pre dominante in Europa.

La croce è simbolo di Dio, di Gesù, e della sua fede, e tutti i credenti utilizzano la croce per identificarsi.

Il mondo cristiano si attribuisce la paternità di queste due righe incrociate fra loro, ma sarà veramente cosi?

La storia della croce è molto più antica e articolata, non è cosi banale, e la sua prima appariscenza al mondo umano è di impossibile studio, ma possiamo formulare ipotesi più plausibili e identificare il simbolo nelle varie culture mondiali.

LA CROCE CRISTIANA

La croce è diventata simbolo per i cristiani perchè gli antichi romani, nell’anno zero, crocefissero Gesù, il figlio di dio.

Il sacrificio di Gesù, venne tenuto in vita fino ai giorni nostri, associandoli la croce come simbolo ufficiale della fede.

Ma a quanto pare già prima i Romani utilizzavano la croce, tramite la crocefissione.

La crocefissione era uno strumento di tortura ed esecuzione insieme; Il “criminale”, veniva inchiodato alla croce, i chiodi venivano posizionati sulle mani e sui piedi.

Le ferite si infettavano, il sangue fuoriusciva, e pian piano la vita raggiungeva la destinazione.

Quindi, basta leggere le sacre scrittura per capire che già esisteva prima, ed era associata a qualcosa di male più che a qualcosa di buono.

Potresti approfondire simboli cristiani.

Abbiamo scritto un articolo su tutte le croci cristiane, clicca sul link per scoprirle.

CROCE IMPERO EGIZIO

Andiamo a casaccio e andiamo indicativamente 4 mila anni prima della nascita / morte di Gesù Cristo cristiano.

Abbassiamoci verso l’equatore in zone più desertiche e andiamo a scoprire una cultura millenaria, gli antichi Egizi.

Questo popolo, durato fino a 400 anni prima di Cristo, possedeva una suo versione della croce, la croce hansata.

Il termine esatto per indicarla è croce ankh.

Abbiamo scritto un articolo dedicato, scopri la croce di ankh.

LA CROCE SVASTIKA

Adesso facciamo un altro salto nello spazio tempo e andiamo avanti di parecchio, ma ci fermeremo a circa 1800 anni prima della nascita di Cristo.

In questo periodo storico, principalmente nelle zone asiatiche indiane, si sarebbe formata la religione chiamata induismo.

L’induismo possiede tantissime divinità e tantissimi simboli, tra di questi troviamo la croce uncinata, o più comunemente nota come svastika.

Svastika, nella più antica lingua del forma conosciuta come sanscrito, si pronuncia: devanāgarī स्वास्तिक.

NB: Esistono tantissimi tatuaggi in sanscrito, di solito sono un mix di buddismo e induismo, intrecciati in simboli che proteggono il portatore, ti consiglio di leggere l’articolo sui tatuaggi yantra.

Nata qualche millennio prima di Cristo, conta circa 1 miliardo di anime, quindi circa 1 sesto del mondo, nel dettaglio il 15% del mondo, la metà rispetto ai Cristiani.

La loro cultura è ricca di simbologia, abbiamo scritto un articolo sui simboli induisti.

La svastika rappresenterebbe il polo nord e il simbolo del sole, ma in occidente il discorso diverge un attimino.

Circa 70 anni fa, la seconda guerra mondiale distrusse l’Europa, una “guerra di pensiero”, che divide ancora oggi, anche se i problemi sono diversi da quelli degli anni 50.

La Germania nazista, adottò come simbolo ufficiale del regime la svastika, per questo motivo, tutt’oggi, questo simbolo è stato ufficialmente messo al bando in tutta Europa, associato al male e condannato.

CROCE CELTICA

Torniamo un’altra volta indietro nel tempo…

Nel quinto e terzo secolo avanti Cristo, quindi tra i 500 e i 300 anni prima di Gesù, troviamo il popolo del Celti.

I celti erano un popolo nomade, divisi per tribù, di origine indo europea.

Invasero l’Europa nelle odierne zone della Gran Bretagna, Francia, Germania etc…

Nemici giurati dei romani, dove li sfidavano in battaglia, che per loro non era altro che uno sfoggio della loro forza e delle loro capacità belliche, al contrario del nemico, che avanza ordinato in Europa, per civilizzarla e controllarla.

Tra i simboli celtici, troviamo il più famoso di tutti, la croce celtica.

Abbiamo già scritto un articolo sulla croce celtica, se ti interessa.

Oggi è simbolo dei suprematisti bianchi, quindi è un simbolo associato a qualcosa che non va bene.

A tal proposito segnaliamo la lettura del libro: “Tatuaggio criminale: la legge sulla pelle“, se clicchi sul link lo vedi subito. Lo consigliamo perchè parla dei tatuaggi dell’estrema destra e dalle varie gang. Perfetto per chi, non si tatua solo per moda, e anche se conoscerà già alcuni simboli, sarà perfetto da collezionare o da regalare a veri cultori del tattoo tradizionale.

LA CROCE DI SAN GIORGIO

Torniamo nel 1500 dove troviamo degli spunti interessanti.

La croce di San Giorgio, vessillo della Repubblica di Genova, una delle repubblica marinaie che hanno contribuito a rendere grande, successivamente l’Italia.

La repubblica che ha partorito Cristoforo Colombo, l’italiano scopritore dell’attuale paese più forte del Mondo.

La croce di San Giorgio, venne concessa alle barche Inglesi, su concessione dei primi italiani, per non essere attaccate dai saraceni.

La croce di San Giorgio oggi, più articolata, rappresenta la forte Gran Bretagna, ricordiamo, su concessione di una repubblica marinara italiana.

Grazie a quel passepartout, l’UK ha prosperato.

Ha proposito di tempi medioevali, potrebbe interessarti leggere simboli templari.

CONCLUSIONI SULLA CROCE NEL MONDO

Abbiamo appena accennato all’utilizzo della croce del mondo, si crede che, come simbolo di facile fattura, sia stato utilizzato fin dai primi uomini sulla terra.

Ovviamente per fare una croce, basta incidere una pietra con un sasso, quindi si parla di simboli facilmente usabili.

CROCE TATTOO

Nel  mondo dei tatuaggi è ovviamente abusata e inflazionata.

Una croce tatuata è un must per ogni tatuato che si rispetti, a prescindere del credo religioso.

Questo perchè, nelle usanze occidentali, la troviamo spesso nei tatuaggi chiamati old school, quei tatuaggi di provenienza occidentali battezzati da sailor Jerry.

Essendo un simbolo minimale e archetipo, è possibile tatuarsela senza problemi.

Una croce tatuata, è un tatuaggio universalmente apprezzato.

Un must, un ever green, un fallo e basta, che tanto non sbagli nemmeno se vuoi.

APPROFONDIMENTI

Siccome la croce è un classico dei tattoo..

Per approfondire ti consigliamo la lettura di: “Tatuaggi Old School origini discriminazioni significati“, se clicchi sul link lo vedi subito. Lo consigliamo per tutti gli amanti dei tattoo, da collezionare o come idea regalo, per veri cultori della tradizione del tatuaggio.